Sito web statico vs dinamico: 5 differenze

Sito web statico vs dinamico: 5 differenze

Sito web statico vs dinamico: le 3 differenze principali.

In questo articolo andremo ad evidenziare quelle che sono le 3 differenze principali tra un sito web statico ed uno dinamico. Questa distinzione risulta molto importante, non solo per i web designer, ma anche per imprenditori, liberi professionisti e chiunque voglia farsi strada nel mondo del business. Il motivo sta nel fatto che la tecnica di realizzazione di un sito web influisce fortemente sulle sue funzionalità, da cui derivano i risultati che si cercano nel canale online. Il proprietario del sito è quindi tenuto a conoscere la tematica per poter esprimere al web designer gli obiettivi che il sito deve perseguire e le caratteristiche necessarie.

Cos'è un sito web statico?

Rappresenta la tipologia di siti web basilari, sviluppati in codice HTML e CSS, senza la necessità di funzionalità scripting lato server. Un sito statico non ha codifiche personalizzate, così come funzionalità dinamiche. 

Se vogliamo fare un esempio, immaginate un tradizionale sito web di una piccola azienda, composto da poche pagine contenenti solo informazioni. Non esistono funzionalità interattive con le quali il visitatore possa entrare in contatto, ad eccezione di immagini, grafici e link ipertestuali. 

Cos'è un sito web dinamico?

Per “sito web dinamico” si intende un sito caratterizzato da contenuti in continuo aggiornamento e cambiamento e funzionalità dinamiche e interattive. A livello di programmazione necessità un lavoro maggiore al classico scripting lato client, ovvero linguaggi scripting lato server (ASP, PHP, Javascript, JSP, Coldfusion). Spesso utilizzati da brand che rincorrono obiettivi funzionali dal sito web, come raccogliere email o e-commerce.

Sito web statico vs dinamico: le 3 differenze principali.

Ma quali sono quindi le principali differenze tra le due tipologie?

  1. Le modifiche: un sito web statico non consente modifiche personalizzate al sito web se non andando a modificare direttamente il codice della pagina; un sito web dinamico, invece, da la possibilità (anche al proprietario) di aggiornare il sito in continuazione con articoli, contenuti, immagini e tanto altro.
  2. Le funzionalità: un sito web statico non consente una grande interazione con il visitatore, anzi, offre solamente informazioni. Nel sito web dinamico, invece, il visitatore è il protagonista, che può muoversi liberamente, compilare form, acquistare prodotti e interagire con contenuti aggiornati.
  3. Gli obiettivi: quando ci si trova a scegliere tra queste due tipologie si deve avere chiaro in mente il motivo per cui si vuole avere una presenza digitale. Una piccola impresa che desidera solamente mostrare la propria esistenza e informare i consumatori riguardo la propria attività, potrebbe optare per un sito web dinamico. Se invece il sito è al centro del progetto del brand, come può essere un e-commerce per un negozio di abbigliamento, allora sarà necessario un sito web dinamico.

Non restare indietro e raggiungi migliaia di potenziali clienti

Non possiedi ancora un sito web o vorresti effettuare un restyling del tuo vecchio sito ormai obsoleto e poco performante? Noi di Teseo Web Design siamo a tua completa disposizione! Visita il nostro sito web e contattaci subito per ottenere un preventivo gratuito!